Nell’ambito sanitario e farmaceutico i standard sono particolarmente alti il che vale anche per la Roche Diagnostics, un’altra azienda di successo con cui abbiamo avuto l’onore di poter collaborare. Già i valori e la visione dell’azienda dettano l’alta qualità dei loro prodotti (a proposito, in questo momento stanno sviluppando il vaccino contro il nuovo coronavirus) e che l’impegno dei loro dipendenti debba essere al cento per cento. Certamente gli standard alti valgono anche per i fornitori con cui collaborano.

Le eccellenti aziende, come la Roche Diagnostics, ricambiano l’impegno dei loro dipendenti occupandosi di tutte le loro esigenze. Per questo hanno dedicato a loro la palestra nell’edificio amministrativo, nominandola “Work and Balance”.

Il cliente ha avuto tre richieste:

  • la struttura in acciaio debba essere montata sul soffitto, senza i montanti di sostegno per offrire il maggior spazio possibile per gli allenamenti e gli esercizi TRX,
  • la gabbia (se possiamo chiamarla così! 😊) debba essere bella
  • Il prezzo debba essere il più basso possibile. Ovviamente c’erano altre aziende che si sono candidate per la realizzazione di questo progetto, per cui abbiamo dovuto offrire un prezzo conveniente senza influire sulla qualità.

Il problema:

I nostri ingegneri hanno affrontato per la prima volta una richiesta così specifica. L’ente aggiudicatore richiedeva infatti, che i montanti della struttura debbano essere fissati solamente al soffitto. Questo non è stato solamente un capriccio del nostro cliente ma c’era una ragione valida dietro: lo spazio dedicato alla palestra aveva il riscaldamento a pavimento e oltre a questo, i montanti intralcerebbero gli allenamenti liberi e gli esercizi con i nastri TRX.  Il problema maggiore per noi è stata la lunghezza. La struttura si estendeva per dieci metri lungo il soffitto.

La soluzione:

Per questo abbiamo dovuto consultare l’ingegnere civile. Dotati dei suoi consigli e del proprio sapere i nostri ingegneri si sono messi al lavoro.

La struttura è stata fissata sul soffitto in tre punti con le colonne appositamente realizzate. Su entrambi i lati sono state inoltre fissate due spalliere che non hanno nessuna funzione di supporto e non sono nemmeno fissate sul pavimento ma sono molto utili per l’allenamento funzionale e lo stretching.

Durante la progettazione della struttura abbiamo dovuto prendere in considerazione anche una possibile espansione della gabbia.

Conclusione:

Nonostante tutti i calcoli e i render 3D siamo stati molto tesi fino al momento del montaggio. Ma appena siamo stati contattati dall’azienda abbiamo sentito il sollievo: il destinatario è stato entusiasta dall’unicità, l’estrema stabilità e la magnificenza della struttura!

L’ente aggiudicatore Roche Diagnostics ha lodato anche il nostro reparto del supporto ai clienti in quanto la comunicazione è stata sempre fluida e veloce. Inoltre ha apprezzato il costante aggiornamento sul proseguimento del lavoro.

L’entusiasmo è stato reciproco in quanto anche noi siamo stati impressionati dalla professionalità del cliente. Per la prima volta abbiamo avuto la possibilità di poter lavorare con un’azienda multinazionale e consigliamo a tutti quest’esperienza.

Oltre a ciò, non abbiamo mai prima costruito una tale struttura e queste sfide sono per i nostri ingegneri come la ciliegina sulla la torta accanto agli impegni quotidiani.